Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy clicca LEGGI, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.

tripergole

Ultima modifica il Venerdì, 28 Giugno 2013 17:58
Pubblicato Venerdì, 21 Giugno 2013 14:20
Caratteri

Sul lago Lucrino, presso una piccola collinetta di tufo , dove più numerose si addensavano le fonti e gli impianti termali romani, sorse ben presto un villaggio chiamato Tripergole. Esso si sviluppò, proprio a seguito dell'afflusso dei numerosi malati che ricorrevano alle sorgenti flegree per fini terapeutici. Il villaggio, oltre ad avere un certo numero di case, aveva una chiesa , un ospedale, con circa 30 letti, fatto costruire da Carlo II d'Angiò con annessa una farmacia, delle osterie per i forestieri ed una casina di caccia reale con la cavallerizza.
Con l'eruzione vulcanica del 1538 la topografia del luogo cambiò totalmente: venne cancellato completamente il villaggio di Tripergole con tutti i suoi edifici civili, religiosi e militari e vennero totalmente distrutte o sepolte le antiche sorgenti termali di epoca romana che si trovavano presso il villaggio ed inoltre distrutti per sempre anche i resti della villa di Cicerone.