Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy clicca LEGGI, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.


Imbrattavano il suolo pubblico e sversavano rifiuti illegalmente: due venditori ambulanti sopresi e denunciati dalla polizia municipale di Pozzuoli. E un ristoratore multato per aver esploso senza autorizzazione fuochi pirotecnici

 

Due venditori ambulanti fermati e multati per aver imbrattato e sversato illegalmente rifiuti nell'area parcheggio ex Sofer e un ristoratore sanzionato per l'esplosione senza autorizzazione di fuochi pirotecnici. È il risultato dell'attività di controllo del territorio svolta la notte scorsa e questa mattina dalla polizia municipale di Pozzuoli. I due ambulanti sono stati sorpresi alle prime luci dell'alba da agenti in borghese, agli ordini del comandante Silvia Mignone, grazie all'ausilio delle telecamere nascoste e dei tablet in dotazione della polizia municipale. Il primo di questi, L. U. di 39 anni, residente a Napoli, è stato denunciato a piede libero perché, mentre era intento a pulire il furgone con il quale trasportava prodotti ittici, stava gettando all’interno dell’area ex Sofer diversi rifiuti, tra cui cassette di polistirolo. All'uomo sono stati contestati anche verbali di polizia amministrativa. All'altro venditore ambulante intercettato, B. U. di 70 anni e residente a Pozzuoli, è stato contestato un verbale ai sensi del Regolamento di Polizia Urbana per aver imbrattato il suolo pubblico: è stato infatti sorpreso a pulire i prodotti ittici trasportati con il proprio furgone. Le pattuglie in borghese, appostate nei pressi dell’area di via Fasano con l'apparecchiatura telematica, hanno seguito tutti i movimenti dei due venditori ambulanti, intervenendo tempestivamente e contestando loro i reati penali e gli illeciti amministrativi.
Nella serata di ieri, inoltre, gli agenti della polizia municipale hanno denunciato a piede libero il titolare di un noto ristorante della zona alta di Pozzuoli perché sorpreso ad accendere fuochi pirotecnici nel giardino del proprio locale. Al ristoratore è stato anche contestato il verbale per l’inottemperanza dell’Ordinanza Sindacale che prevede il divieto di accendere i fuochi pirotecnici. Sul posto erano ancora in giacenza alcune batterie dei fuochi esplosi.

 
Pozzuoli, 22 luglio 2017
 
Mauro Finocchito
portavoce del sindaco di Pozzuoli
 
 

Pozzuoli, diversi incendi sul territorio comunale. Il sindaco: "Situazione complicata, ma abbiamo potuto contare anche sull'aiuto dei cittadini"

 

Nella giornata di oggi, caratterizzata da un forte vento, sono divampati diversi incendi sull'intero territorio di Pozzuoli, dalla collina dell'Aeronautica a Monterusciello, fino al Monte Barbaro e via Campana. In qualche caso si è dovuto ricorrere all'evacuazione in via precauzionale dalle abitazioni, come in via Parini a Monterusciello o in località San Martino. Nei vari punti dove si sono sviluppate le fiamme, molto probabilmente ad opera di piromani, sono intervenuti Vigili del Fuoco, Carabinieri, Forestale e Protezione Civile, impegnati a più riprese per fronteggiare l'avanzata delle fiamme. Vista la molteplicità degli incendi, il sindaco Vincenzo Figliolia, ha dovuto chiedere alla Prefettura l'aumento dei soccorsi, ma gli stessi cittadini non si sono sottratti quando hanno potuto dare una mano. "Il mio ringraziamento va a loro - ha dichiarato il primo cittadino - che con grande spirito di collaborazione non si sono fermati neanche davanti alle fiamme e hanno offerto il proprio contributo per un primo intervento. Da San Francesco ai Gerolomini, a San Martino, da Monterusciello a via Campana: una grande comunità quella di Pozzuoli, che davanti alle emergenze riesce a dare il meglio di sé".

 
Pozzuoli, 16 luglio 2017
 
Mauro Finocchito
portavoce del sindaco di Pozzuoli
 
 

Intesa raggiunta per il trasferimento del mercato al dettaglio di Pozzuoli. Il sindaco: "No alle strumentalizzazioni. Da parte mia piena determinazione per sradicare comportamenti illeciti"

 

E' stata raggiunta l'intesa tra Comune di Pozzuoli, Asl Napoli 2 Nord e operatori mercatali per il trasferimento della struttura di vendita al dettaglio dei prodotti ittici e ortofrutticoli. «Grazie all'impegno e alla disponibilità di tutte le istituzioni coinvolte siamo riusciti a trovare una soluzione adeguata per tamponare, temporaneamente, il disagio seguito al sequestro della struttura mercatale: tutti gli operatori saranno trasferiti presso un'area attigua al mercato ittico all'ingrosso debitamente attrezzata – spiega il sindaco Vincenzo Figliolia - Devo però constatare ancora una volta che nei momenti di difficoltà alcuni rappresentanti dei partiti politici di opposizione, invece di agire con quello spirito di coesione e partecipazione che dovrebbe rappresentare la bussola dell'operato di chi ha scelto di spendersi nell'interesse della comunità, non ha perso occasione per strumentalizzare quanto è accaduto per i limitati interessi di partito, offrendo una lettura profondamente suggestiva e fuorviante di una iniziativa della magistratura diretta a verificare la sussistenza di fatti costituenti reato. 

Sono convinto - aggiunge il primo cittadino - che in questo delicato momento coloro che più di tutti hanno patito le conseguenze del sequestro del mercato ittico ed ortofrutticolo comunale avrebbero preferito che tutti, senza distinzione di ideologie o posizioni politiche, invece di spendere mere parole di facciata o sterili adesioni a manifestazioni di solidarietà, condite di ogni forma di invettiva sul presupposto ingiustificato di avere certezza degli esiti delle indagini, avessero fatto quanto possibile per offrire un concreto contributo per giungere in tempi rapidi ad una soluzione del problema. Questo è quello che ha fatto l'amministrazione comunale - precisa ancora il sindaco Figliolia - mantenendo un profilo di silenzio affinché non fossero condizionati in alcun modo gli approfondimenti che sta svolgendo la Procura di Napoli rispetto ad ipotesi di illecito che, se appurate, è bene che siano perseguite con la necessaria fermezza. Quanto a tale aspetto - sottolinea ancora - posso assicurare la piena determinazione del sottoscritto affinché sia sradicata dal comune di Pozzuoli ogni forma di comportamento illecito, assicurando ogni sostegno all'operato degli inquirenti e, come ormai è divenuta virtuosa consuetudine, trasparenza e oculatezza dell'attività di gestione degli affari comunali». 
Impegno costante al fianco dei cittadini e degli operatori non mancherà neanche questa volta, come ha precisato lo stesso sindaco: «Ebbene, come ho cercato di dimostrare in concreto in questi anni, il mio impegno sarà sempre più determinato affinché per il futuro si possa evitare cosi come avvenne all'epoca per il mercato ittico ed ortofrutticolo al dettaglio immediatamente dopo il mio insediamento alla carica di sindaco, che l'amministrazione debba essere costretta ad operare in emergenza per poter risolvere in tempi ristrettissimi le giuste iniziative dell'autorità giudiziaria e di polizia diretta a garantire il rispetto delle regole».
 
Pozzuoli, 16 luglio 2017
 
Mauro Finocchito
portavoce del sindaco di Pozzuoli
 
 

Pozzuoli, proclamati ufficialmente eletti sindaco e consiglieri comunali

 

Il sindaco Vincenzo Figliolia e i ventiquattro consiglieri comunali di Pozzuoli sono stati proclamati ufficialmente eletti oggi dopo la tornata elettorale dell'11 giugno scorso. La proclamazione è stata letta nell'aula consiliare del Municipio dal magistrato delegato per l'Ufficio Centrale Beatrice Sasso, accompagnata dalla cancelliera Scolastica Di Venere e da tutti i componenti della commissione speciale.

"La città ci ha affidato un ruolo importante: governare il bene comune guardando al futuro della nostra comunità - ha detto subito dopo il neo eletto sindaco Vincenzo Figliolia, al secondo mandato consecutivo - Un ruolo che deve essere svolto da tutti, ciascuno per la propria parte, con dedizione totale. Io vorrei che questa classe politica, eletta democraticamente, mostrasse un solo volto, fatto di ascolto e azione. Lasciando da parte inutili dissapori o la ricerca di palcoscenici mediatici, per costruire tutti insieme il futuro di Pozzuoli. Questo è il mio augurio, convinto che ognuno di noi rappresenti Pozzuoli e possa svolgere appieno il suo mandato elettorale per il bene della collettività".
I consiglieri che siederanno sugli scranni dell'aula consiliare di Pozzuoli sono: Luigi Manzoni, Mariano Amirante, Salvatore Caiazzo, Vincenzo Daniele, Marzia del Vaglio, Domenico Pennacchio e Maria Rosaria Testa (Pd), Francesco Paolo Amato, Gianluca Sebastiano e Filomena D'Orsi (Con la città - Figliolia), Paolo Tozzi e Lydia De Simone (Verdi), Salvatore Maione e Tommaso Scotto di Minico (Democrazia e Libertà) Espedito Fenocchio e Mario Massimiliano Cutolo (Campania Libera), Antonio Villani e Vincenzo Pafundi (Idea Pozzuoli), Gennaro Pastore (Uniti per Pozzuoli), Antonio Caso e Domenico Critelli (Movimento Cinque Stelle), Pasquale Giacobbe (Forza Italia), Raffaele Postiglione (Pozzuoli Ora) e Sandro Cossiga (Udc).
 
Pozzuoli, 12 luglio 2017
 
Mauro Finocchito
portavoce del sindaco di Pozzuoli
 
 

Controlli sul lungomare di Pozzuoli della polizia municipale: verbali e sequestri

 

Questa mattina gli agenti della polizia municipale di Pozzuoli, in collaborazione con la Capitaneria di Porto e i Carabinieri della Compagnia di Pozzuoli, hanno eseguito una serie di controlli e sequestri sul lungomare di via Napoli per occupazione abusiva di suolo demaniale e noleggio non autorizzato di ombrelloni e lettini. L'azione ha interessato l'intero tratto di arenile e scogliera che costeggia il lungomare Sandro Pertini. Dai controlli sono scaturiti due sequestri penali per occupazione abusiva di suolo demaniale e un verbale amministrativo per noleggio senza autorizzazione a carico di tre puteolani. Uno di questi è stato anche contravvenzionato per vendita abusiva di bibite e alimentari. Gli oltre cinquanta lettini e ombrelloni sequestrati sono stati poi messi sotto custodia in un deposito della polizia municipale a Monterusciello. Su un'area di circa 300 metri quadrati i vigili urbani, con l'ausilio del personale della Capitaneria di Porto, hanno inoltre prelevato e requisito diverse basi di cemento per ombrelloni, poste abusivamente sul suolo, e lasciate in custodia giudiziaria ad uno dei denunciati.
 
Pozzuoli, 4 luglio 2016
 
Mauro Finocchito
portavoce del sindaco di Pozzuoli

 

 

Lavori a Cigliano, il sindaco di Pozzuoli: "Non ci sono scelte da condividere, né fatti da nascondere. Ecco la verità"

 

“L’attenzione dell’amministrazione per la frazione di Cigliano, in particolar modo per la fragilità intrinseca del suo territorio, è sempre stata massima, così come massima è la considerazione verso le esigenze dei residenti. Gli avvenimenti degli ultimi giorni, invece, non consentono alcuna scelta né condivisione. E vi spiego perché”. A dirlo è il sindaco Vincenzo Figliolia, chiamato in causa nei giorni scorsi dal movimento Pozzuoli Ora per "non essere stato chiaro" sull’interruzione dei lavori di adeguamento della rete idrica e di predisposizione dell’impianto di pubblica illuminazione in località Cigliano.
“Chi amministra e conosce un minimo di contrattualistica pubblica – aggiunge il sindaco – ben sa che i contratti stipulati dal Comune di Pozzuoli contengono una speciale clausola - derivante dalla sottoscrizione del Protocollo di legalità - che obbliga coloro che siano colpiti da una interdittiva da parte della Prefettura, a prescindere dal contenuto della stessa ed anche per fatti irrilevanti rispetto al contratto stipulato con il Comune di Pozzuoli, a rinunciare all’incarico. Allo stesso tempo, le norme vigenti, nel caso di raggruppamento di imprese, consentono alle restanti società di proseguire nei lavori purché in possesso dei necessari requisiti. E ciò è quanto sta accadendo. Non ci sono scelte da condividere né fatti da nascondere – continua il primo cittadino – c’è solo un avvicendamento obbligato, a seguito del quale si potranno riprendere con pieno ritmo tutti i lavori, anche in virtù dell’intervenuto assenso da parte del Ministero dei Trasporti per le opere da realizzare nelle aree sotto la sua tutela. Il rispetto della normativa vigente è stato rigoroso. E rigorosa è stata l’amministrazione anche nel rinnovare nelnovembre 2016, tramite l’accesso informatico alla Banca Dati Nazionale Antimafia, le verifiche antimafia di tutti i soggetti coinvolti nei lavori di Cigliano già disposte in occasione del contratto stipulato nel 2015”.

Il progetto di adeguamento della rete idrica e di predisposizione dell’impianto di pubblica illuminazione in località Cigliano nasce proprio dall’attenzione che l’amministrazione ha per le esigenze del territorio. Per questo tipo di intervento sono state messe in atto tutte le procedure previste dalle norme: inserimento nel Piano triennale delle Opere Pubbliche approvato in Consiglio Comunale definitivamente con la deliberazione n. 165 del 04/08/2016; autorizzazione da parte della Giunta Comunale, con delibera n. 21 del 21/02/2017, al diverso utilizzo di un vecchio mutuo contratto nel 1999 sempre per interventi a favore della frazione di Cigliano; affidamento con determinazione dirigenziale n. 665 del 31/03/2017 dell’incarico per la progettazione esecutiva agli stessi tecnici che si sono aggiudicati con procedura aperta la direzione dei lavori già in corso per la fognatura; approvazione con determinazione dirigenziale n 873 del 03/05/2017 della progettazione esecutiva ed affidamento agli stessi esecutori della rete fognaria per motivi, tecnici ed economici, evidenziati e dettagliati nella relazione tecnica redatta dai progettisti e richiamati nella stessa determinazione. Tutto motivato e pubblicato. Senza nessun cavillo.
Ed appare evidente, negli atti appena menzionati, la necessità di procedere in modo contestuale ai lavori complementari ed a quelli originari e, conseguentemente, che l’intervento alla rete idrica non potesse che avere un’esecuzione anticipata, rispetto alla stipula del contratto, proprio per non determinare ulteriori ritardi nell’esecuzione del progetto finanziato con fondi europei e soggetto ad una rigorosa tempistica.
 
Pozzuoli, 4 luglio 2017
 
Mauro Finocchito
portavoce del sindaco di Pozzuoli

 

 

Ultimi Comunicati Stampa

Meteo ....

Calendario comunicati

Luglio 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

facebook-link

googleplus-link

youtube-link

rss-link

altare

Cattedrale di san Procolo

Rione Terra: orari di apertura e celebrazioni

   
Palazzo Toledo

Polo culturale Palazzo Toledo 

Via Pietro Ragnisco, 29 80078 POZZUOLI (NA) 

polofbPolo Culturale Palazzo Toledo

Pagina fb

logo-cs-m


 

racket